La comunità religiosa ha i suoi ritmi di vita, ma presta attenzione soprattutto alla preghiera perché si impari a vivere il proprio tempo con Dio. Nella vita quotidiana di preghiera, di silenzio e di lavoro dobbiamo diventare sacramento di Gesù per il mondo.

La preghiera è cibo dell'anima la quale senza di essa non può conservarsi nella vita della grazia, è meno ancora possedere questa vigorosa e forte quale deve essere in persone consacrate.
(Padre Fondatore)

La preghiera e il lavoro in comune scandiscono gioiosamente ogni giorno

l’umile realtà della nostra vita,

aiutandoci a contemplare

ed a operare le meraviglie di Dio.

Dio che è in noi ci invita ad entrare in comunione con Lui.
Per accogliere la sua Presenza occorre che la nostra vita diventi preghiera.
La sequela di Cristo, il distacco dal mondo, 
la perseveranza nella nostra vocazione
e la stessa attività apostolica di accoglienza e di servizio,
esigono l’intima unione con Dio che si realizza soprattutto con la preghiera.
(Dalle Costituzioni)

© 2020 Congregazione delle Suore di Santa Marta - Roma

  • w-facebook