Storia

“Dio ci ama e ci provoca, perché non vuole vederci chiuse nelle nostre “Betanie”, in quanto rischieremmo di perderci dentro un carisma cristallizzato idealizzato, che non trova più spazio nel concreto, mancando di progettualità evangelica”.

È stato questo sguardo profetico per il nostro carisma ciò che diede lo slancio a questa nuova realtà che dopo il XV Capitolo Generale nel 2003 pian piano si è rafforzata e cresce lì dove c'è la nostra presenza. Infatti, il Progetto “Incontrarsi a Betania", era stato proposto allo studio dell’assemblea capitolare che ne diede le prime direttive da consolidare e definire poi da una commissione di suore e laici.
Il 24 ottobre 2004 si tenne a Talca, il primo incontro inaugurale del gruppo, “Amici di Betania” con 30 persone e con l’obiettivo di portare avanti una seria formazione per la loro missione di laici nella Chiesa e di laici che vogliono condividere il carisma della nostra Famiglia Religiosa.
Nel 2006 alcuni di loro hanno chiesto di poter fare una promessa, come segno di un più profondo legame con la nostra Famiglia Religiosa. La Madre Generale di allora, Madre Antonia Dei, ha preparato il testo e il simbolo che li avrebbe contraddistinti.
Nell’estate del 2008 hanno consegnato alla Madre Antonia Dei il testo del Progetto Incontrarsi a Betania realizzato dall’Ottobre 2004 all’Ottobre 2007.

© 2016 Congregazione delle suore di Santa Marta

  • w-googleplus
  • w-facebook
  • Twitter Clean